Condividi su:

Chitarra leader dei Dik Dik, storico gruppo pop-beat-rock italiano. Tra i loro grandi successi: Se rimani con me, Sognando la California, Senza luce, Il primo giorno di primavera, L’isola di Wight. Ha collaborato con Lucio Battisti, Mogol, Rita Pavone, Ricky Gianco, Caterina Caselli, Giorgio Faletti, i Camaleonti e Maurizio Vandelli. Pietruccio Montalbetti è inoltre autore di straordinari libri: I I ragazzi della via Stendhal. Ritratto di una generazione Un romanzo che prende le mosse da una Milano ferita e offesa dal secondo conflitto mondiale. Un dopoguerra di stenti e povertà e un futuro prossimo, cioè i favolosi anni Sessanta. È in questo arco di tempo che si inseriscono le vite dei ragazzi della via Stendhal. Uno di loro si chiama Pietruccio Montalbetti e diventerà il leader dei Dik Dik. Uno spaccato di un’epoca su cui è stato detto e scritto molto, ma non tutto, specialmente sul fenomeno delle bande giovanili, preludio del cambiamento, della rinascita e della rivolta che, dal 1968, hanno mutato gli orizzonti culturali e politici, e sui quali l’autore si sofferma con aneddoti curiosi e racconti coinvolgenti. Accompagnato dalla musica, dai capelli ribelli e da tanta voglia di affermazione, per trovare il proprio spazio nel mondo. Un libro in cui la biografia di Montalbetti diventa il filo conduttore per narrare spaccati di vita quotidiana e storie nelle storie spruzzate di emozioni e intrise di ricordi. Settanta a Settemila.

Una sfida senza limiti d’età Pietruccio Montalbetti rivela il suo lato più intimo e sconosciuto. Da tempo, infatti, viaggia da solo, lasciandosi alle spalle gli impegni di lavoro, quelli familiari, la tecnologia e le comodità della vita quotidiana, per spingersi verso mete lontane, curioso degli angoli del mondo distanti dalla nostra civiltà, di cime che toccano il cielo. Questo è il racconto della sua scalata in solitaria sulla montagna più alta della catena delle Ande: l’Aconcagua. Mentre racconta ciò che vede e sente – sulla pelle il vento freddo, il cuore in gola per la fatica e lo spettro della morte che segue ogni passo – Pietruccio guarda anche alla sua storia umana, alla ricerca di risposte a quell’inquietudine che spesso lo ha accompagnato. Io e Lucio Battisti Un prima e un dopo. Come tutti i grandi artisti, Lucio Battisti ha lasciato un’impronta indelebile nella musica italiana: le sue indimenticabili e rare apparizioni televisive, la sua voce asciutta e fragile, i testi semplici eppure così radicalmente diversi e innovativi, una composizione musicale complessa, accurata, dall’effetto struggente. Lucio Battisti è un autore che ancora oggi ascoltiamo senza esserne mai sazi.

Questo libro è il racconto di un’amicizia lunga una vita, tra momenti di quotidiana leggerezza e grandi svolte professionali. Sognando la California scalando il Kilimangiaro: Montalbetti da sempre sognava di scalare in solitaria il Kilimangiaro, la più alta montagna d’Africa, e finalmente a settant’anni ci è riuscito. Dopo mesi di meticolosa preparazione fisica e mentale, Pietruccio Montalbetti ha raggiunto il continente nero. Una settimana di duro cammino in una natura incontaminata e infine la vetta: Uhuru Peak, 5895 metri sul livello del mare. Questo libro nasce dal desiderio di condividere una fantastica esperienza di scoperta.