Pietro Grasso

PIETRO GRASSO

Diventa titolare dell’inchiesta sull’omicidio di Piersanti Mattarella nel 1980. Nel 1984 è giudice a latere nal maxiprocesso a Cosa Nostra e estensore della sentenza insieme ad Alfonso Giordano. In seguito, diviene consulente della Commissione antimafia e nel 1991 viene nominato consigliere alla Direzione affari penali del Ministero di grazia e giustizia. Diventa poi procuratore aggiunto presso la DNA e coordina le inchieste sulle stragi del 1992 e del 1993. Dall’agosto del 1999 è Procuratore della Repubblica a Pelermo e l’11 ottobre 2005 è stato nominato procuratore nazionale antimafia. L’11 aprile 2006 contribuisce alla cattura di Bernaardo Provenzano e il 18 settembre 2006 la DDA di Catanzaro insieme alla Procura Nazionale conduce l’operazione Odisseia, riguardo l’azione di alcune cosche (La Rosa di Tropea e Mancuso di Limbadi) a Vibo Valentia che controllavano i villaggi turistici della zona. Nel 2013, diventa Presidente del Senato fino al 2017.