Condividi su:

di Elena Rossi e Anna Brizzolara

Venerdì 1 giugno presso la Società Economica di Chiavari alcuni studenti dell’istituto superiore G. Caboto hanno intrattenuto gli spettatori presenti, tra cui ragazzi della propria scuola e ragazzi provenienti dalle scuole vicine, con la visione di un filmato realizzato da loro riguardante il rapporto di Eugenio Montale, celebre autore italiano del 900, con la cittadina di Chiavari.

L’autore infatti ne parla all’interno di alcune sue opere: sono presenti due riferimenti alla nostra città. Un giorno Montale si recò a Chiavari per far visita all’amico Fanin, ricoverato nel vecchio ospedale, e nella sua opera “Accelerato” scrisse: “Passata la Madonna dell’Orto e seguiti per pochi passi i portici del centro svoltai su per la rampa che conduce all’ospedale…”(da Visita a Fanin); quindi in questo testo descrisse il suo tragitto dalla stazione all’ospedale, passando attraverso i famosi portici chiavarini e la salita Levaggi. In un altro testo fa un riferimento al fiume che divide Chiavari e Lavagna, l’Entella: “…ninfale Entella che sommessa rifluisce dai cieli dell’infanzia oltre il futuro…”).

Nel video realizzato dagli alunni, aiutati dai professori, in aggiunta alle immagini suggestive della città, i ragazzi hanno inserito in sottofondo anche alcuni passi delle poesie di Montale recitati da loro.

L’incontro è iniziato con l’intervento del dirigente e di alcuni professori della scuola che hanno introdotto la figura del poeta e hanno spiegato il lavoro svolto e presentato, lodando anche l’impegno degli alunni che al termine sono stati chiamati e applauditi dal pubblico. Sono inoltre stati illustrati i manifesti su Montale ideati dagli stessi studenti evidenziando il caratteristico talento della scuola Caboto nella materia grafica. Attraverso la visione del filmato e grazie ai vari interventi i fautori del progetto hanno forse voluto accrescere la consapevolezza dei chiavaresi del fatto che un autore di grande calibro come Montale abbia scritto della nostra cittadina