Condividi su:

Ultimo giorno nel segno di Gaber e di Marcorè ma a sorpresa arriva l’annuncio di una data estiva del festival.

Ultimo giorno ma il Festival della Parola non finisce. E’ la sorpresa tenuta in serbo per la conclusione dell’edizione di quest’anno, che verrà resa nota al pubblico questa sera dal sindaco della città di Chiavari Marco Di Capua. Il prossimo 11 luglio, infatti, piazza Fenice ospiterà un appuntamento di altissimo livello, sotto l’egida del “Festival della Parola – Summer edition”.

Ospite di questa novità, Ezio Mauro con lo spettacolo “Il condannato – Cronache di un sequestro”, unica tappa in Liguria. A quarant’anni da quel 9 maggio del 1978, quando il corpo del presidente della DC fu ritrovato morto in una Renault 4 a Roma, Ezio Mauro, storico direttore di Repubblica, ripercorre le vicende legate all’omicidio di Aldo Moro, uno degli avvenimenti cruciali della storia della Prima Repubblica. Dal rapimento dello statista, ai 55 giorni di prigionia, fino all’uccisione e al ritrovamento del suo corpo, lo spettatore viene condotto dentro l’attualità di quei giorni attraverso lo sguardo di un cronista la cui narrazione, a distanza di decenni, si condisce di momenti lirici di grande impatto emotivo.

Così spiega Enrica Corsi, produzione del Festival: “Ezio Mauro con questo importante recital porterà a Chiavari, unica tappa in Liguria del suo tour, un momento davvero importante nel 40° anniversario di quella drammatica pagina della nostra storia. Come già tanti altri festival, anche il Festival della Parola, forte del successo e dell’apprezzamento manifestato dal pubblico, cerca di ampliare i propri confini temporali, al di là dei quattro giorni canonici e di ampliare il progetto con un appuntamento di altissima qualità, che si riaggancia ai temi del festival e al suo legame con l’attualità e la storia. E’ un esperimento che avviamo quest’anno e vedremmo come risponderà il pubblico”.

E così ribadisce il sindaco Marco Di Capua: “L’amministrazione comunale ha deciso di creare per la prima volta una tappa estiva del Festival della Parola e dato il successo riscosso da questa V edizione, riprendendo il tema della piazza e l’appuntamento con la storia, piazza Fenice ospiterà lo spettacolo di Ezio Mauro. Sia io che l’assessore al Turismo, Gianluca Ratto, crediamo molto nel progetto e lo riteniamo il contenitore più efficace per avviare un esperimento tutto chiavarese con la parola e la cultura“.

Le prime stime, a manifestazione ancora in corso, sono più che positive e segnano un deciso incremento rispetto all’anno scorso, che aveva registrato 10 mila presenze, per quest’anno gli organizzatori parlano, senza timore di smentita, di aver superato la boa delle 16 mila presenze. Certamente la serata di oggi dedicata a Giorgio Gaber con Neri Marcorè segnerà il gran finale di una quattro giorni che ha registrato il tutto esaurito negli spettacoli serali (Simone Cristicchi con “Esodo” , Paolo Mieli con “Era di ottobre”, Domenico Galasso con lo spettacolo “Mi sembrò che una voce” dedicato a Elena Bono) ma grande affluenza e interesse anche per tutti gli altri eventi proposti.

Questo pomeriggio verrà anche premiato il vincitore del contest avviato su Instagram e dedicato al tema del festival “Agorà”. Le foto che hanno interpretato il tema della piazza, sono state premiate dai “like” dei navigatori e fra questi lo scatto più apprezzato è stato quello di Jacopo Auditore, con oltre 80 like, suggestiva veduta in bianco e nero di una silente e deserta piazza Mazzini in notturna. Il vincitore riceverà un buono libri, offerto dalla libreria Libraccio. Ecco la foto vincitrice: