Condividi su:


EDIZIONE 2018: L’ANNO DELL’AGORÀ


E’ stata “Agorà” la parola d’ordine del Festival della Parola 2018. Quattro giorni, utilizzando il materiale duttile della parola, per riflettere sulla realtà, scoprirne la bellezza, investigarne le contraddizioni, confrontarsi sui messaggi della storia, della cultura, dello spettacolo, della comunicazione e della politica. Per il quinto anno consecutivo il Festival della Parola ha fatto capolino nella Città dei Portici, scegliendo una sorta di password – per accedere alla fitta trama di appuntamenti che ha proposto il cartellone – sotto il titolo: “Dall’agorà dell’antica Grecia alla piazza virtuale della Rete”. Se, come ha scritto lo storico dell’arte Andrea Emiliani,
“La piazza italiana… è da sempre il centro dell’intelligenza della comunità. Ci vediamo in piazza, andiamo in piazza, scendiamo in piazza… proprio nella piazza affluiscono pensieri ed incontri, affari e promesse”, il Festival della Parola di Chiavari ha proposto, grazie a ospiti di altissimo livello, numerose occasioni per approfondire il concetto di piazza, nelle sue diverse valenze, nella sua evoluzione storica, nelle sue relazioni con la vita dell’uomo, lasciando parlare le parole in un flusso di incontri e confronti, che il luogo privilegiato della piazza ha sempre favorito.


Promosso da

logochiavari

Comune di Chiavari