A

Matteo Abatti

1s4
Un saggio su Tenco frutto di un appassionato lavoro di ascolto, lettura e ricerca sul cantautore, sulla base di una personale interpretazione dei suoi testi e della sua biografia. Chi fu Luigi Tenco? Sicuramente un uomo tormentato, un artista che precorse i tempi in modo coraggioso. Rispetto al passato, Tenco abbassò risolutamente lingua e linguaggio della canzone alle vicende della vita quotidiana. Trascinò sulla terra anche il tema universale dell’amore, lo spogliò dei suoi panni celesti per cucirgli addosso quelli dimessi del bisogno. Temi e parole erano in sintonia con la realtà e i sogni dell’epoca che viveva, e decise di non nascondersi alle contraddizioni che esplodevano dentro e fuori di lui: per questo la sua presa sul pubblico più giovane fu forte e immediata. La rivoluzione di Tenco aprì la strada a un modo completamente nuovo di concepire la canzone, che divenne così una forma di comunicazione artistica “di massa”, cioè di tutti e per tutti, popolare perché ancorata alla lingua parlata, alla vita materiale di un paese che cambiava, di una generazione che cresceva con una gran voglia di libertà, pace e giustizia.

Romolo Ansaldi

Romolo-AnsaldiRomolo Ansaldi, commercialista genovese che ha girato il mondo per lavoro, è il più grande collezionista di Georges Simenon : la sua strepitosa collezione di libri, riviste, lettere, manifesti e tutto ciò che riguarda lo scrittore belga padre dello straordinario personaggio del commissario Maigret, è riconosciuta come la più importante del mondo.

Awana Gana

Awana-Gana

Awana-Gana nome d’arte di Antonio Costantini è un conduttore radiofonico, cantante, attore e conduttore televisivo italiano. È stato musicista ed animatore di Radio Monte Carlo dagli inizi, negli anni settanta, al 1992, innovando il mondo della radiofonia con l’introduzione di quiz e giochi con l’intervento dei radioascoltatori. Divenne popolare presso il pubblico italiano grazie anche alle partecipazioni a diversi programmi televisivi: nel 1977, assieme a Jocelyn, ha condotto, su Telemontecarlo, Un peu d’amour, d’amitié et beaucoup de musique, nel 1978 era a Domenica In di Corrado. Sempre su Rai Uno ha condotto Discoring con Claudio Cecchetto, la trasmissione in Eurovisione La Gondola d’oro e Italiani nel Mondo. Nel 1995 conduce Fanzine su Italia Uno.Nel 1980 è l’attore protagonista nel film White Pop Jesus di Luigi Petrini. Ha lavorato come conduttore in varie radio italiane ed estere: Radio Dimensione Suono (con il programma Faro della Notte), Radio 2 (con Lino Banfi in W la radio), Radio Nonsolomusica (W La Notte W nel 1999), Radio Sabbia, Radio Gold ed in Francia per Radio Fun. Attualmente trasmette sull’emittente italiana Radio Torino International con il programma quotidiano Musica! Musica? Musica…  Ha inciso vari dischi fra i quali Come navigante.

Giorgio Ansaldo

20
Giorgio Ansaldo è nato, vive e lavora a Genova. Dopo aver conseguito la Laurea in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Genova e il diploma presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova, ha lavorato come attore in numerosi spettacoli prodotti dalla cooperativa teatrale del Teatro della Tosse, partecipando anche al Festival di Spoleto diretto da Aldo Trionfo. Buon conoscitore della letteratura ottocentesca italiana, ha conseguito il secondo premio al concorso letterario ´Città di Moncalieri´ con il romanzo storico ´Sangue garibaldino´ pubblicato nel 2008 presso i Fratelli Frilli editori. Autori di una serie fortunata di romanzi, il suo ultimo lavoro è Scatole cinesi (Robin Edizioni).

Ida Amlesù

21

Ida Amlesú (Milano, 1990), una Laurea in Filologia slava e una in Lingua russa, traduttrice, da sempre appassionata studiosa di canto lirico, vive a Mosca, dove insegna italiano. Un romanzo “Perdutamente (Nottetempo) comico e tragico, grottesco e realista, come la sua giovane autrice, che ha cominciato inventandosi una biografia pericolosamente somigliante alla sua vita e che va in cerca della vita vera.

Sandro Antonini

7
Sandro Antonini, storico, presenta “Io, Bisagno… Il partigiano Aldo Gastaldi” (Internòs Edizioni 2017 ). Tra i suoi più recenti lavori: Mare e cannoni. La Liguria nella Grande Guerra 1915-1918 (De Ferrari 2014); Brigata Coduri (Internòs Edizioni 2015); Giacomo Borasino: l’arte della fotografia (Internòs Edizioni 2015); Adriano V dei Fieschi, Trigoso e Sestri Levante nel ‘700, I francesi in Liguria, Ottocento in Liguria, Novecento (tutti nella collana “I ciottoli” del Cicolo ACLI di Trigoso); Tigullio giorno e notte (Internòs Edizioni 2017).


B

Fabrizio Benente

benente
Fabrizio Benente è archeologo, docente presso l’Università di Genova,direttore del MuSel di Sestri Levante. È autore e curatore di volumi di saggistica storico archeologica. Radio Orwell Cronache del Circolo Ricreativo Legabue (De Ferrari Ed.) è la sua seconda opera di narrativa. Radio Orwell non è un giallo e non è nemmeno un thriller. I colpevoli e le vittime sono immediatamente riconoscibili, fin dalla prima pagina. Ci sono i cattivi e i buoni sono decisamente pochi, mentre i brutti sono numerosi e tengono piuttosto bene la scena. Radio Orwell racconta venti anni di vicende di un paese mediterraneo, dislocato in un tempo e in un dove apparentemente simili al nostro. I protagonisti di Radio Orwell si raccontano liberamente, si abbandonano alla memoria, intrecciando le loro vite, di indifferenti, di prepotenti, di vittime e di resistenti.

Elisabetta Biggio

biggio
Elisabetta Biggio personal brand trainer

Eugenio Buonaccorsi

Buonaccorsi

EUGENIO BUONACCORSI è stato professore ordinario presso l’Università di Genova, dove ha insegnato Storia del teatro e dello spettacolo. Nell’Ateneo ligure ha creato i Corsi di laurea in Dams e in Scienze dello spettacolo, di cui ha assunto la guida come Presidente. Ha tenuto lezioni alle Università di Amsterdam, Lugano e Friburgo. È autore di libri, articoli e saggi su vari momenti e figure della storia dello spettacolo, in particolare sul ”Grande Attore” dell’800, la scena futurista, il teatro di Brecht in Italia, Govi e la drammaturgia in Liguria. Ha fondato la casa editrice Costa & Nolan, assumendo anche l’incarico di direttore editoriale. Ha fondato il Teatro dell’Archivolto, di cui è stato per qualche anno direttore artistico. Per un decennio ha svolto il ruolo di Presidente del Museo-Biblioteca dell’Attore.

Federica Brugnoli

19
Federica Brugnoli parlerà del suo libro “Landed! Non solo appunti di viaggio”, in cui l’Autrice (nota per i suoi libri di storia locale) esce questa volta dai confini territoriali per approdare in Australia alla scoperta di un nuovo mondo e per sottolineare che non è mai banale vivere altri luoghi al di là della semplice spensieratezza vacanziera.

Francesco Brunetti

23
Francesco Brunetti, medico, nato a Sestri Levante, vive e lavora a Chiavari, ha pubblicato 8 raccolte di poesie: Lune di Mare (2003), Frammenti di luce (2004), Arsura (2005) Liberodiscrivere ed., Viola della sera (2006) Gammarò ed., L’ombra del verso (con Guido De Marchi, 2008) Liberodiscrivere ed., Strane idee (2010) Liberodiscrivere ed., AISEOPOESIA (raccolta antologica: 2013) Liberodiscrivere ed, Il volo di una piuma (2015) Internòs Edizioni.
Inoltre il romanzo Tuciao (2011) Liberodiscrivere ed., il romanzo breve Luce sul mare (2013) Liberodiscrivere ed., il racconto poetico Strane idee sul volo di una piuma (2015) Internòs Edizioni.
È coautore dei romanzi di scrittura collettiva: Tr@mare (2007) e Il volo dello Struffello (2007) editi dai circoli di Genova e Firenze di Liberodiscrivere. Ha ottenuto diversi premi letterari per la poesia e alcune sue liriche e racconti sono inseriti in raccolte antologiche.

Gianni Brunoro con Ferdinando Fasce, Aldo Viganò ed Eliana Quattrini

17
La seduzione dell’immagine. Claudio Bertieri spettatore di professione (Gammarò Edizioni).Claudio Bertieri è un critico cinematografico e teatrale, collabora con numerosi quotidiani e riviste. Dagli anni Cinquanta porta avanti un discorso, storico e critico sul cinema, approfondendo settori meno frequentati, come quelli del cinema industriale, dei rapporti tra cinema e sport del cortometraggio e del documentario.
Se una definizione di sintesi si vorrà attribuire alla personalità eclettica di Claudio Bertieri, questa dovrà richiamare proprio il suo non definibile piacere della scoperta della bellezza, espressa ora da una macchina da presa e ora da una matita, il suo gusto per l’immagine, ferma o in movimento, la figurina come la serie dei disegni disposti nei riquadri o il singolo bozzetto, la cartolina e perfino quel ridotto pezzettino di carta che si chiama francobollo: tutte immagini che per Bertieri sanno regalare a chi le osserva un’emozione, un pensiero, un sorriso, insomma rappresentano un piccolo strumento per avvicinarsi alla conoscenza della realtà come pure per liberare dalla realtà la nostra fantasia.


C

Daniele Caviglia

1s6
Daniele Caviglia (Vado Ligure, 1956). Ingegnere, è docente di Elettronica presso la Scuola Politecnica dell’Università di Genova. La sua prima pubblicazione di poesie in genovese è stata “E ae di angei” (Le Mani, 1996). Nel 1997 e 2006 ha vinto il Lauro D’Oro dell’Associazone A Compagna di Genova. Sue poesie sono presenti in diverse antologie. A-O DE LA DO MA. Poexie zeneixi (2005-2016) una poesia dal forte senso di spiritualità, che incide l’animo del lettore.

Gianluca Comastri

Gianluca Comastri

Gianluca Comastri nato a Bologna nel 1971, vive e lavora nella città di origine. Dal 1998 cura il mirror italiano del sito web Ardalambion, dedicato alle lingue della Terra di Mezzo: è stato cofondatore del sito Eldalië nel 2001 e dell’omonima associazione culturale nel 2004. Da allora collabora con le principali associazioni e gruppi in Italia che promuovono la figura e le opere di Tolkien. Nel 2016 ha pubblicato il volume “Le lingue degli Elfi della Terra di Mezzo” (L’Arco e la Corte).

Fernanda Contri

Fernanda Contri
Fernanda Contri è una giurista, magistrato e politica italiana. È stata membro del Consiglio Superiore della Magistratura di nomina Parlamentare, ministro degli Affari sociali nel governo Ciampi e giudice della Corte costituzionale della Repubblica italiana.

Armando Corsi

Armando Corsi
Armando Corsi, “la chitarra che sorride”, cinquant’anni di musica che iniziano nelle vecchie osterie di Genova, passano attraverso l’America Latina con le grandi compagnie da crociera e giungono a collaborazioni straordinarie (Paco De Lucia, Eric Marienthal, Anna Oxa, Ornella Vanoni, Ivano Fossati, per citarne alcune). Nel 1995 nasce il suo primo progetto da solista, “ITINERARI”, un percorso musicale di ampio respiro fra i suoni e le culture del mondo. Il 2002 è l’anno di “DUENDE” in collaborazione con Beppe Quirici ed Elio Rivagli. Pubblica nel 2006 “BUENA SUERTE”, album dal marcato sapore “latino”. Nel 2008 esce “LA VIA DELL’AMORE”, un “Live” emozionante e travolgente al fianco Beppe Quirici. Il 2010 è la volta di “ALMA”, una rivisitazione in chiave personale e originale del Fado. Ultime produzioni, “TRE” con Giua, lo spettacolo teatrale “Baccini canta Tenco” con Francesco Baccini e ‘50’ album solista dedicato alla carriera. In teatro ha partecipato a “Sull’amore oscuro e la libertà”, con Giorgio Albertazzi e Josep Maria Flotats, prodotto dal Teatro Eliseo di Roma, e “Tango Barbaro” con Mariangela Melato e Toni Servillo. In occasione dell’ ultimo cd ‘50’ ha ricevuto la Targa Tenco alla Carriera. Del 2016 “Luigi” un progetto dedicato interamente all’opera di Luigi Tenco , realizzato insieme l’artista recentemente scomparsa Roberta Alloisio.

Massimo Cotto

Massimo Cotto
Massimo Cotto è un giornalista, autore televisivo, speaker radiofonico e scrittore.Ha lavorato a lungo per numerosi quotidiani e per le principali riviste italiane (Espresso, Epoca, Europeo, Max…) e internazionali (Billboard, Howl!). Per vent’anni ha lavorato in Rai come conduttore di programmi radiofonici e televisivi e autore di numerosi programmi (Festival di Sanremo, Festival di Castrocaro). Tra i suoi lavori teatrali: All’ombra dell’ultimo sole sul mondo di Fabrizio De André e Da quando a ora in scena, con Giorgio Faletti. E’ direttore artistico del Festival di Castrocaro, del Premio De Andrè, di Astimusica, di Visionaria. Ha scritto libri: su Leonard Cohen, We Will Rock You, Il grande libro del rock (e non solo), Le lacrime di Marley, Everybody’s Talking. Su Virgin Radio conduce Rock Bazar e”Buongiorno di Dr. Feelgood e Mr Cotto”. 

Guia Croce

GuiaCroce
Guia Croce autrice e regista di video e televisione. Ha lavorato una ventina di anni in Rai a Roma, molti dei quali nella ” RaitrediGuglielmi”nei programmi : La tv delle ragazze, Blob, Fuori Orario, Schegge, Blobcartoon. Nel 2008 ha pubblicato con Einaudi ” Tutto il meglio di Carosello”.Negli ultimi anni, tornata in Liguria, si è dedicata alla documentaristica. Nel 2014 ha vinto il premio speciale allo ” Sport Movies & TV Festival” con il documentario “Mi chiamo Entella e ho cent’anni” dedicato alla squadra di calcio di Chiavari.


D

Enrico de Angelis

enricodeangelis-978x1024

Giornalista dal 1969, critico musicale e storico della canzone italiana, ha scritto e curato numerosi libri e collane in materia di canzone d’autore. In particolare ha firmato la raccolta integrale del canzoniere di Jacques Brel, diverse opere su Luigi Tenco e su Piero Ciampi, una biografia incrociata di Ornella Vanoni e Gino Paoli, due volumi su Paolo Conte, altri su Virgilio Savona e il Quartetto Cetra e molti altri ancora. Ha operato all’interno del Club Tenco dall’anno della sua fondazione e all’interno dello stesso Club ha avuto il ruolo di direttore artistico per molti anni. Ha collaborato con numerose manifestazioni, concerti,rassegne, conferenze, incontri pubblici, programmi radiofonici, dischi e pubblicazioni sempre nell’ambito della canzone d’autore.

Fulvio Di Sigismondo

3
Fulvio Di Sigismondo è un educatore professionale e formatore, si occupa del coordinamento di spazi e servizi rivolti a giovani e adolescenti e della progettazione di azioni riguardanti le politiche giovanili. Collabora con la rivista In Limine, collana di narrazione psicosociale. Tutto si muove da dentro, un nuovo incontro tra generazioni è il suo primo libro: un saggio che muove dall’esigenza di ripensare le caratteristiche del processo educativo in rapporto all’impegno con le nuove generazioni.


E


F

Mario Luzzatto Fegiz

16
Mario Luzzatto Fegiz è critico musicale, giornalista e inviato del Corriere della Sera, con numerose esperienze radiofoniche (debuttò nel 1969 alla RAI con Per voi giovani) e televisive (fra cui Mister Fantasy, Re per una notte e Momenti di gloria). Troppe zeta nel cognome Vizi pubblici e private virtù di Mario Luzzatto Fegiz (Hoepli): un’ironica autobiografia, il diario intenso di un giornalista musicale che ha cavalcato radio, tv, quotidiani, settimanali e web, in cui pubblico e privato si mescolano in un racconto avvincente dal quale emerge il complesso rapporto di amore-odio che spesso lega gli artisti e il critico.

Piero Fissore

fissorepersito

Piero Fissore, cantautore, presenta in anteprima alcuni brani tratti dall’album “Nomade stanziale”, in uscita in autunno. Canzoni che raccontano lo sguardo di un vagabondo con fissa dimora. Un “Nomade stanziale” in viaggio attraverso giorni e stagioni, gioie e dolori, incontri e addii. Un caleidoscopio musical/letterario con echi di America Latina, Africa, melodie nostrane, rock’n’roll, per raccontare storie di eroi quotidiani, di presenze e di assenze, di amori, di sesso, di sogni e realtà. 

Elisa Folli

Elisa Folli
Elisa Folli giornalista televisiva (Twebnews).


G

Jaxier Girotto

Javier Girotto
Javier Girotto è un sassofonista, compositore, arrangiatore, flautista argentino. Infinite le collaborazioni passate e presenti con Antonello Salis, Roberto Gatto,Pippo Martino, Paolo Silvestri, Paolo di Sabatino, Enrico Rava, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Salman Rushdie, Nada, Lello Arena, Leo Gullotta, Neri Marcorè, Mercedes Sosa, Paolo Damiani, Paolo Fresu, Peppe Servillo, Rita Marcotulli, Danilo Rea e molti altri.

Alessandro Guasoni

1s2
Alessandro Guasoni (Genova Voltri, 1958). É sempre vissuto nel ponente genovese . Poco adatto a guadagnarsi il pane, ha inseguito le sue fantasticherie di poeta, che non gli hanno mai reso molto. Scrive in lingua genovese dal 1973. Il fu V. E. Petrucci lo definì “un ribelle tranquillo”; ed effettivamente, si potrebbe dire che tutta la sua opera sia un lavoro sott’acqua contro le finzioni, le idee preconfezionate, le illusioni del mondo moderno. Ha pubblicato diversi libri di poesia e prosa, tra cui A poula e a luña (1997), Cantegoe (2005) e, con Fiorenzo Toso, la grammatica Il genovese in tasca (2010). TURCHIN. Poexie zeneixi (2005-2016) è la ricerca letteraria e tematica di una delle voci più autorevoli delle poesia in genovese.


H


I


L

Aisha Valeria Lazzerini

Aisha Valeria Lazzerini

Aisha Valeria Lazzerini, dottore di ricerca all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in Diritto Ecclesiastico e Canonico con specializzazione in Islamistica (diritto islamico, Islam e diritti umani, diritto di famiglia comparato ecc), rappresentante della Commissione Affari Giuridici della COREIS (Comunità Religiosa Islamica) Italiana e membro dell’Accademia di Studi Interreligiosi ISA.

Bruno Lauzi

12

Bruno Lauzi, (Asmara 1937 – Milano 2006) è ritenuto con Umberto Bindi, Gino Paoli e Luigi Tenco uno dei fondatori della cosiddetta “scuola genovese” da cui nacque la canzone moderna italiana. Ha conosciuto e condiviso insieme al suo amico e compagno di banco Luigi Tenco al Ginnasio Andrea Doria di Genova la passione per i film musicali e per il jazz. Dopo una vita di successi come cantautore, si è dedicato con successo alla letteratura pubblicando i libri di poesie I mari interni (Crocetti, 1994), Riapprodi (Rangoni, 1996), Esercizi di sguardo (Edizioni Marittime, 2002) e il romanzo Il caso del pompelmo levigato (Bompiani, 2005).


M

Bruno Morchio

MORCHIO-BRUNO

Nato a Genova nel 1954, è uno scrittore e psicologo italiano. Laureatosi in lettere moderne nel 1979 con Edoardo Sanguineti con una tesi su La cognizione del dolore di Gadda, si interroga se nella vita intenda occuparsi di libri o di persone e si iscrive a psicologia a Padova, dove termina gli studi nel 1984. Dal 1988 lavora come psicologo in un consultorio familiare pubblico. Conteso tra l’interesse per la psicoanalisi e l’amore per la letteratura, si occupa di critica letteraria ispirata alla teoria e alla clinica psicoanalitica. “Fragili verità. Il ritorno di Bacci Pagano” (Garzanti Editore 2016) è l’ultimo romanzo di Bruno Morchio che vede il ritorno dell’ironico e disilluso investigatore  privato genovese, amante della musica di Mozart, del buon vino, della buona tavola e delle donne. Fra i suoi romanzi ricordiamo: Bacci Pagano. Una storia da carruggi, Fratelli Frilli Editori 2004; Maccaia, Fratelli Frilli Editori 2004; La crêuza degli ulivi – Le donne di Bacci Pagano, Fratelli Frilli Editori 2005; Con la morte non si tratta, Garzanti, 2006; Le cose che non ti ho detto, Garzanti 2007; Rossoamaro, Garzanti 2008; Colpi di coda, Garzanti 2010; Il profumo delle bugie, Garzanti 2012; Lo spaventapasseri, Garzanti 2013; Un conto aperto con la morte, Garzanti 2014; Il testamento del Greco, Rizzoli, 2015. L’autore riceve inoltre numerosi premi e riconoscimenti fra questi citiamo: Il Premio Azzeccagarbugi nel 2009; Finalista al Premio Bancarella 2013; Premio Lomellina in giallo nel 2014.

Swami Nath Mishra

Dr. Swami Nath Mishra

Medico Ayurvedico, Laureato (B.A.M.S) in Medicina Ayurvedica nel 1982 presso “Ahimsa Ayurvedic College” di New Delhi, riconosciuto da “Central Council of Indian Medicine” (Istituto Governativo Indiano). Ha conseguito successivamente i titoli di M.Sc. e Ph.D. (Dottorato) in Ayurveda, Meditazione e Yoga. E’ regolarmente iscritto all’Albo nazionale dei Medici in India (Delhi Bharatiya Chikitsa Parishad). E’ esperto in Diagnosi del polso (Nadi Nidan), Purvakarma, Terapia del Panchakarma e Alimentazione. Dal 1986 al 1993 ha lavorato come Medico Ayurvedico presso il “Sethi Medical Centre” di New Delhi. Dal 1993 al 2003 è stato Docente di Ayurveda presso il “Chandra College” dell’Università “Sri Lal Bahadur Shastri Rashtriya Sanskrit Vidyapeeth” a New Delhi.Dal 2003 ricopre la carica di Direttore aggiunto e Primario presso la “Raseshwar Yoga – Ayurveda & Anusandhan Kendra” a New Delhi ed è responsabile medico (C.M.O.) presso “Ayurvedic Panchakarma Centre” a Rishikesh (India). Nel periodo dal 1991 ad oggi ha pubblicato 20 libri di medicina ayurvedica e naturopatia oltre centinaia di articoli su riviste specializzate indiane. In Italia è uscita la prima edizione del suo libro “L’essenza dell’Ayurveda Classico” edito dalla Scuola Olistica Ananda Ashram di Milano. E’ stato nominato Membro a vita della “All’India Ayurveda Congress” (Vishwa Ayurveda Parishad), associazione nazionale indiana della medicina ayurvedica. E’ Direttore della Divisione Ayurveda della Scuola Olistica Ananda Ashram a Milano e tiene corsi, seminari e consulenze in tutta Italia.

Mirkoeilcane

Mirkoeilcane 2

Mirkoeilcane, cantautore e chitarrista. Dopo anni passati a suonare e scrivere testi e musica per altri, sceglie di metterci la faccia .Presenta a gennaio 2016 il primo disco omonimo “Mirkoeilcane” con 11 tracce originali. Online il videoclip del primo singolo “Profili (a)sociali”. Vincitore del “Premio Bindi 2016”. Vincitore del “Premio Incanto 2016“.L’album “Mirkoeilcane” viene eletto tra le migliori 50 opere prime di tutta Italia del 2016 alle “Targhe Tenco”.“Miglior Testo”, “Migliore interpretazione”, “Secondo posto” a “Musica Controccorente 2016”.Finalista a “Musicultura 2017”.

Giuseppe Momigliano

Momigliano-

Dott. Giuseppe Momigliano, Rabbino capo di Genova, presidente dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia.

Natalio Mangalavite

NatalioMangalavite_1
Natalio Mangalavite è un pianista, arrangiatore e compositore argentino di origini italiane. Vive e lavora in Europa da più di 20 anni. In Italia ha collaborato con artisti del calibro di Fabio Concato ed Ornella Vanoni, con la quale ha suonato per più di 15 anni, ed ha inciso dischi con Javier Girotto “Colibrì”,  con Peppe Servillo voce solista degli Avion Travel “L’amico di Cordoba” e” Futbol” e con Fabrizio Bosso “Sol”. Numerose le sue collaborazioni nel mondo del pop, del jazz e della musica etnica.

Maurizio Maggiani

Maurizio Maggiani
Maurizio Maggiani,nato a Castelnuovo di Magra nel 1951 è scrittore e giornalista. Con Feltrinelli ha pubblicato Vi ho già tutti sognato una volta (1990), Felice alla guerra (1992), Il coraggio del pettirosso (1995, premi Viareggio Rèpaci e Campiello 1995), màuri màuri (1996), La regina disadorna (1998, premi Alassio e Stresa per la Narrativa 1999), È stata una vertigine (2002, premio letterario Scrivere per amore 2003, finalista premio Chiara), Il viaggiatore notturno (2005, premio Ernest Hemingway, premio Parco della Maiella e premio Strega), Mi sono perso a Genova(2007), con Gian Piero Alloisio, Storia della meraviglia. 12 canzoni e 3 monologhi (2008), Meccanica celeste (2010), Quello che ancora vive (2011) e I figli della Repubblica. Un’invettiva (2014).

Morgan

MORGANMorgan, nome d’arte di Marco Castoldi è un talentuoso ed eclettico cantautore e polistrumentista italiano. Nasce a Milano 1972 e ben presto si appassiona alla musica “suonata”, prima con una chitarra, poi al pianoforte, poi con il basso elettrico e infine frequentando il Conservatorio. Nel frattempo esplode la new wave e nasce così la passione di Marco nei confronti dei sintetizzatori: è il periodo d’oro per Depeche Mode, Police, Duran Duran, David Bowie, Lou Reed, Doors, i quali da sempre hanno popolato l’ispirazione di Morgan.Nel 1988 inizia il suo sodalizio musicale con Andrea Fumagalli (Andy), con cui fonderà nel 1991 i Bluvertigo. Nel ‘94 con l’uscita del primo singolo Iodio, i Bluvertigo debuttano ufficialmente: partecipano con il singolo a Sanremo Giovani dello stesso anno e nel ‘95 il gruppo pubblica il primo album Acidi e basi, seguito da Metallo non metallo (‘97), che porterà la band alla vittoria dell’MTV Europe Music Awards come miglior gruppo italiano e alla vendita di 400.000 dischi. Nel 1999 la band pubblica l’album Zero, che chiude la cosiddetta trilogia chimica: i tredici brani che compongono l’album verranno pubblicati dalla Bompiani in una raccolta poetica dello stesso Morgan con il titolo Dissoluzione; al libro è allegato un CD contenente Canone inverso, esperimento dei Bluvertigo e dei poeti Alda Merini, Manlio Sgalambro, Enrico Ghezzi e Murray Lachlan Young.Nel 2001 esce Pop Tools, una raccolta che contiene alcuni brani inediti, tra cui L’assenzio, brano con il quale la band partecipa al Festival di Sanremo dello stesso anno. Da questo momento inizia un periodo in cui i diversi componenti si dedicano esclusivamente a progetti solisti: la band non viene mai ufficialmente sciolta e in molte occasioni si ritrova a suonare insieme.
Numerosi i lavori di successo di Morgan solista, fra questi ricordiamo: Canzoni dell’appartamento pubblicato nel 2003 con il quale  che vince la targa Tenco come migliore opera prima dell’anno;nel 2005 pubblica il “remake” del noto album Non al denaro non all’amore né al cielo, inciso nel 1971 da Fabrizio De André ed ispirato all’Antologia di Spoon Riverdi Edgar Lee Masters; nel 2007 pubblica un nuovo album di inediti, Da A ad A, introdotto dal singolo Tra 5 minuti;
nel 2008 viene pubblicato È successo a Morgan; nel 2009 esce un nuovo album dal titolo Italian songbook vol.1;nel 2010 viene pubblicato Morganicomio – Morgan al suo meglio;nel 2012 esce Italian Songbook vol. 2.
Alla sua opera di musicista Morgan affianca sempre più frequenti attività, tra cui spicca maggiormente quella di giudice dei programmi X Factor e Amici. Non mancano collaborazioni per colonne sonore e le apparizioni in televisione.

Marina Elettra Maranetto

13
Marina Elettra Maranetto presenterà il suo libro “Tempo scaduto” in cui si dimostra come ironia, sfrontatezza, irriverenza, possano diventare armi da opporre alla Grande Paura, in una lotta impari nei confronti di un Tempo che non c’è, con uno sguardo malinconico alla vita vissuta.

Lucilla Meneghelli

meneghelli
Lucilla Meneghelli scrittrice del romanzo Le lettere di Ariete (Gammarò ED.2017)La storia si svolge in un breve arco temporale, il ritmo è cadenzato dai tormenti della protagonista e dagli avvenimenti che le ruotano attorno, in continua evoluzione. La scrittura è essenziale e diretta, descrive solo gli stati d’animo a “fior di pelle”, mentre il gusto dell’analisi più profonda viene lasciata al lettore.

Piera Melli

melli

Piera Melli ha compiuto gli studi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova e la Scuola Archeologica Italiana di Atene. Tra 1973 e 1976 ha svolto l’incarico di Assistente incaricata alla Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte greca e romana nell’Università di Genova.
Dal 1976 fino al pensionamento, nel 2013, ha prestato servizio presso la Soprintendenza Archeologica della Liguria, dal 1978 come funzionario responsabile dell’Unità Territoriale di Genova e, dal 1998, anche del Servizio Educativo. Dal 1993 al 1998 è stata membro per l’Italia del “Groupe de pilotage sur l’archéologie urbaine” presso il Consiglio d’Europa.
Ha diretto cantieri di scavo e restauro a Genova e in Liguria, svolto attività didattica presso Università italiane e straniere, curato varie pubblicazioni della Soprintendenza e alcune mostre, fra cui “Santa Maria in Passione. Per la storia di un edificio dimenticato” (1982); “La città ritrovata. Archeologia urbana a Genova. 1984-1994” (1996), la Sezione dedicata a Genova nella mostra “I Liguri” (2004), “Archeologia Metropolitana” (2010) con A. Del Lucchese e “Genova nel Medioevo. Una capitale del Mediterraneo al tempo degli Embriaci” (2016) con C. Di Fabio e L. Pessa, nonché le esposizioni tematiche nelle stazioni della Metropolitana di Brignole, Darsena e Principe del circuito “ArcheoMetro”. Ha partecipato a Convegni nazionali e internazionali e pubblicato numerosi lavori scientifici, specialmente dedicati all’età del Ferro in Liguria e all’archeologia urbana di Genova.


N

Fabrizio Nitti

Fabrizio NItti foto
Fabrizio Nitti, cantautore genovese classe 1971. Vincitore nel 1997 all’Accademia di Sanremo in coppia con Paolo Agnello con la canzone “Genova”; nel 1998 partecipa in duo con Paolo Agnello al 48° Festival di Sanremo con il brano “I ragazzi innamorati”; nel 2001 è ospite in Vaticano dell’evento “Artigiano della Pace”;nel 2003 è tra i vincitori del Premio Recanati; secondo classificato al Premio Bindi edizioni 2005 e 2006. Del 2017 l’ultimo CD da solista “Una Ragione per essere qui” (co-produzione “La voce delle donne).

Angelo Nobile

Prof.-Angelo-Nobile
Prof.Angelo Nobile, laureato in Pedagogia presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Genova con una tesi sperimentale sulla problematica psico-pedagogica della fiaba è stato maestro elementare, professore di materie letterarie nella scuola media, esercitatore didattico presso la Cattedra di Pedagogia dell’Università di Genova, dirigente scolastico. Dal 2005 è professore associato di storia della Pedagogia presso l’Università degli Studi di Parma, Facoltà di Lettere e Filosofia, dove tiene gli insegnamenti di Letteratura per l’infanzia e l’adolescenza e di Metodologia dell’animazione e del gioco. E’ membro (dal 1976) del Centro Studi Letteratura Giovanile del Comune di Genova, membro (dal 1992) del comitato di redazione della rivista specializzata di letteratura giovanile “LG Argomenti”, vice presidente nazionale del Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile, presidente dell’Associazione Ligure Letteratura Giovanile. Ha al suo attivo vari saggi in volume e oltre un centinaio di articoli apparsi su riviste magistrali, pedagogiche e di letteratura giovanile.

Sara Nastos

Sara Nastos--

Sara Nastos, mezzosoprano di origini greche nata a Chiavari, intraprende gli studi musicali con lo studio del pianoforte all’età di sette anni. Appena diciottenne vince una borsa di studio della Comunità Europea per una Masterclass Biennale d’Opera presso il Centro Internazionale Athenaeum ad Atene, dove studia con celebri cantanti greci quali Kostas Paskalis e Nicola Zaccaria. Terminati gli studi in Pianoforte con la pianista Dora Bakopulos debutta nel 1997 nel Flauto Magico e in Hansel e Gretel (Hansel) all’Opera Nazionale Greca, e si diploma in Canto Lirico presso il Conservatorio Statale di Atene a pieni voti. Trasferitasi in Italia segue i Masterclass Mozartiani con Claudio Desderi e Leone Magiera, e prosegue i suoi studi con Yva Barthelemy a Parigi (Metodo Barthelemy) ed il mezzosoprano genovese Paola Pittaluga. Il suo repertorio spazia dal barocco alla musica contemporanea, alla quale si accosta nel 2005 con il ruolo di Mefistofele nell’opera “Tu saresti il Dott. Faust?“ di Giuseppe Bruno a La Spezia; quindi due anni piu’ tardi al Regio di Torino (Piccolo Regio Puccini) ed il Comunale di Bologna come cantante-attrice nella prima assoluta dell’opera -balletto di Alberto Cara “Il colore di Cenerentola”. Sempre nel 2005 viene selezionata dai Teatri del Circuito Toscano (Citta’ Lirica Opera Studio) per l’Acis e Galatea di Handel, ed è protagonista dell’Intermezzo barocco “Pollastrella e Parpagnacco astrologo” di F. Gasparini presso Teatro Guglielmi di Massa. Dal 2007 al 2009 è Tisbe nonché cover di Cenerentola nell’ononima opera presso il Teatro Regio di Torino (Piccolo Regio) e al Teatro Sperimentale di Spoleto, Marianna nel 2011 nel Signor Bruschino al Teatro Chiabrera di Savona. E’ stata Italiana in Algeri, Cenerentola, Rosina, Dorabella (Cosi’ fan tutte) cover di Don Ramiro (La Finta giardiniera) Maddalena (Rigoletto) presso vari Teatri genovesi e realtà musicali del nord Italia (Teatro Cantero di Chiavari, Comunale di La Spezia, Piacenza, Milano etc.), svolge attività concertistica in Recitals e Oratori Sacri (Gloria di Vivaldi, Stabat Mater di Pergolesi, Requiem di Mozart, Petit Messe Solenelle di Rossini). Nel Luglio 2013 è il contralto solista in Maria di Venosa di Francesco d’Avalos al Festival della Valle d’Itria.


O


P

Francesco Pannofino

PANNOFINO
Francesco Pannofino  è un attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano. Noto soprattutto per aver prestato la propria voce a numerosi attori come George Clooney, Denzel Washington, Kurt Russell, Antonio Banderas, Mickey Rourke, Tom Hanks, Jean-Claude Van Damme , Wesley Snipes, Kevin Spacey e molti altri, nonché per la sua partecipazione a numerosi film e fiction di successo: fra queste ricordiamo l’interpretazione di René Ferretti in Boris e di Nero Wolfe nell’omonima fiction. “Io vendo le emozioni”è uno spettacolo contemporaneo, un’alternanza di musica e parole. Sul palco Francesco Pannofino si racconta, dalla sua esperienza di attore-doppiatore alla vita personale, passando attraverso la realizzazione del suo primo album da cantautore nella cornice di uno spaccato della storia italiana. Il suo racconto è mediato dalle domande di un grande musicofilo e saggista, Alfredo Saitto, considerato tra i più autorevoli esperti musicali italiani, in un’atmosfera coinvolgente, quasi conviviale, nel quale il pubblico è idealmente il terzo ospite al tavolino. Un percorso in cui il protagonista può parlare di sé, introducendo con i racconti i brani che canterà accompagnato dal musicista Lino Rufo.

Francesca Pacini

Francesca Pacini
Francesca Pacini soprano, giovanissima intraprende lo studio del canto lirico e il suo cammino di formazione artistica prosegue tutt’ora sotto la guida della Prof.ssa Maria Giovanna Gabanizza e per quanto riguarda lo studio dello spartito con il Mº Riccardo Marsano, il Mº Stefano Giannini e il Mº Umberto Finazzi. Ha conseguito come privatista con ottima votazione il diploma inferiore di canto presso il conservatorio G. Puccini di La Spezia. Nel 2014 vince il premio ‘migliore interpretazione’ al II concorso internazionale “Symphoniam”.

Stefano Piedimonte

Stefano-Piedimonte

Stefano Piedimonte è nato a Napoli nel 1980 e si è laureato all’università L’Orientale. È autore dei romanzi Nel nome dello Zio (Guanda), Voglio solo ammazzarti (Guanda), L’assassino non sa scrivere (Guanda), L’innamoratore (Rizzoli). Scrive su Donna Moderna, Il Mattino, Corriere della Sera e altri.

Massimo Poggini

Massimo Poggini

Massimo Poggini,è uno dei più autorevoli giornalisti musicali italiani. Ha lavorato per ventotto anni nella redazione di Max e ha intervistato centinaia di star. Tra i suoi numerosi libri ricordiamo Vasco Rossi- Una vita spericolata (Rizzoli, 2008), Liga- La biografia (Rizzoli, 2009), Pooh- I nostri anni senza fiato (Rizzoli, 2009) e, con Saturnino Celani, Testa di basso (Salani, 2015), Lorenzo- Il cielo sopra gli stadi (Mondadori 2015). É inoltre il creatore del sito www.spettakolo.it.

Andrea Plebe

andrea_plebe_064
Andrea Plebe giornalista, responsabile di Xte sezione cultura, spettacolo e società de Il Secolo XIX.

Roberto Pettinaroli

Pettinaroli
Roberto Pettinaroli giornalista e Responsabile Edizione Levante de Il Secolo XIX.

Alberto Pezzini


Alberto Pezzini è nato nel 1967 a Sanremo dove vive e lavora. Fa l’avvocato ed è pubblicista. La scrittura è sempre stata la sua passione, tanto da farlo approdare al giornalismo tardi ma con sua intima e personale soddisfazione. Scrivere per Libero di cultura. Ama profondamente il Ponente Ligure di un amore potente, un Ponente Ligure fatto di mare, sentieri sassosi e tramonti koda- kolor che forse non esiste più. Il ricordo e l’odore di quel Ponente tutto suo lo ha indotto a scrivere Viaggio nel Ponente ligure Il confine sconosciuto (Historica Edizioni). Nutre la segreta speranza di riacchiappare con la scrittura la Sanremo della sua giovinezza. Per Historica ha pubblicato Volevo fare l’avvocato (2015), Mamma Papà non litigate (2015), Lo scugnizzo e i gabbiani (2016).

Claudio Pozzani

Claudio Pozzani
Claudio Pozzani, nasce a Genova. Nel 1983, apre il Circolo dei Viaggiatori nel Tempo (CVT). Nel 1986 fece parte al gruppo rock new wave dei Cinano con cui fece due dischi. Nel 1990 fu leader e compositore dell’orchestra Eczema, un gruppo musicale, di musica rumorsinfonica. Ha tenuto concerti in Europa con sperimentazioni musicali e alcuni videoclip. Nel 1995 ideò il Festival internazionale di poesia di Genova, di cui è il direttore artistico e che, da allora, è evento nazionale ed internazionale e si svolge ogni anno a Genova. Ha curato e cura altre manifestazioni poetiche in diversi paesi, in Europa e Asia tra cui Francia, Belgio, Giappone, Germania, Finlandia. Tra queste la SIMPA (Semaine International de Musique Poésie et Arts) a Parigi, Mondes Parallèles à Lille per Lille2004, BuggePoésie in Belgio, Helsinki Runo Festival in Finlandia, EuroJapan Poetry Festival a Tokyo, European Voices a Berlino, Vienna, Parigi e Helsinki, oltre ad altri eventi in Germania, Albania, Armenia. L’8 marzo del 2001 nasce la Casa Internazionale di Poesia, La stanza della Poesia, all’interno del Palazzo Ducale. La stanza della Poesia, ogni anno, organizza numerosi eventi culturali, poetici e musicali. Nel 2009 con il Festival Internazionale di Poesia di Genova ricevette il premio del Ministero dei Beni e Attività Culturali per la migliore manifestazione di poesia in Italia. Nel 2012 gli venne conferito il Premio Catullo per la diffusione della poesia in Italia e all’estero. Il Comune di Genova, nel 2014, nel ventennale del Festival Internazionale di Poesia, gli ha conferito il “Genovino”, come onorificenza per il suo impegno nella divulgazione e produzione letteraria e poetica e di organizzatore di eventi poetici. Dal 2015 partecipa alla piattaforma europea Versopolis, per dare modo a poeti emergenti di farsi conoscere ed affermarsi nel mondo. Il poeta e drammaturgo Fernando Arrabal lo ha definito “maestro dell’invisibile, aizzatore di sogni, ladro di fuoco: il suo cuore danza nell’alcova festante”. Cura la promozione culturale, in particolare nei campi della letteratura e dela poesia. È il direttore artistico del Festival Internazionale di Poesia di Genova. Ha pubblicato raccolte di poesie Saudade & Spleen e Nuda Poesia e romanzi e racconti Angolazioni temporali, Kate e mois, Racconti dai piedi freddi, La Marcia Dell’Ombra una raccolta di poesie in forma di canzone. Il suo ultimo libro è L’orlo del fastidio. Le sue poesie tradotte in dieci lingue sono pubblicate in antologie e riviste di poesia.

Michele Piacentini

piacentinicover
MICHELE PIACENTINI, editore della testata LES ARTISTES e direttore dell’omonima società di spettacolo per la rappresentanza di artisti, organizzazione di eventi e produzione di spettacoli. Autore di spettacoli teatrali e televisivi, di libri e regista di video musicali e documentari. Portavoce della famiglia Tenco, Direttore del Museo Luigi Tenco, autore del libro Luigi Tenco (Imprimatur Ed).

Vanessa Pullo

22
Vanessa Pullo, è nata a Crotone e vive a Chiavari (Ge). Ama esprimere e condividere le emozioni che la vita le regala.


Q

Pier Guido Quartero

10
Pier Guido Quartero, dopo aver pubblicato con Liberodiscrivere La lettera perduta – Storie di marinai e di mercanti nella Genova del Medio Evo, e un romanzo noir sui generis, Trekking a Genova, in cui ha raccontato il proprio amore per le periferie genovesi, è ritornato al genere del romanzo storico, impegnandosi nella realizzazione di una autentica saga familiare, di cui il presente volume costituisce la terza ed ultima parte, sullo sfondo della bicentenaria storia della colonia pegliese a Tabarca che ha poi generato le comunità ligurofone di Carloforte e Calasetta.


R

Massimo Righi

righi
Giornalista e Direttore de Il Secolo XIX.

Anselmo Roveda con Fiammetta Capitelli

1s3
Anselmo Roveda (Genova, 1972) Scrittore, giornalista e studioso di letteratura, soprattutto per l’infanzia, tradizioni popolari e immaginario; è coordinatore della rivista di letteratura e illustrazione Andersen. In italiano ha scritto radiodrammi, racconti per adulti, saggi sulle tradizioni liguri e una ventina di volumi per ragazzi, alcuni dei quali premiati e tradotti all’estero. In genovese ha pubblicato il libro per bambini O pigheuggio e a pruxa (2015), la raccolta A farta d’euio de framboase into sangue spantegou (2006) e testi per i volumi L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie 1950-2013 (2014) e La letteratura ligure in genovese e nei dialetti locali. Profilo storico e antologia (a cura di Fiorenzo Toso, 2009).RAFATAGGI. Poexie zeneixi (1995-2016).

Dopo le buffe avventure de Il pidocchio e la pulce (O pigheuggio e a pruxa), lo scrittore Anselmo Roveda e l’illustratrice Fiammetta Capitelli presentano La donnetta che andava alla fiera (A donneta ch’a l’anava a-a fea), un’altra divertente storia della tradizione ligure raccontata in un albo illustrato dal testo bilingue (qui italiano e genovese) come tutti quelli della collana “Fiabe in viaggio” delle edizioni Egnatia.

Cristina Rava

8
Cristina Rava è nata e vive ad Albenga, sulla Riviera di Ponente, dove sono ambientati i suoi libri. Dopo aver iniziato gli studi in medicina ha fatto tutt’altro, lavorando nel settore dell’abbigliamento e poi in campagna, ma sempre con la scrittura come efficace salvagente per galleggiare nella vita. Già autrice di due raccolte di racconti e di una memoria storica, tutte legate al territorio ligure, dal 2007 ha intrapreso la via del romanzo noir. Con Garzanti ha pubblicato Un mare di silenzio e Dopo il nero della notte. Con Quando Finiscono le ombre Un’indagine di Ardelia Spinola (Garzanti 2016) Cristina Rava torna con il personaggio più amato dai suoi lettori: una donna forte e indipendente che l’amore mette sempre a dura prova. Un medico legale che non può fare a meno di seguire il suo istinto. Tra distese di serre scintillanti al sole e le chiome argentate degli ulivi fra cui s’intravede il mare ligure, Quando finiscono le ombre è un romanzo in cui il passato nasconde molti segreti, ma è il presente a fare più paura.

Raffaella Romagnolo

romagnolocover
Raffaella Romagnolo è nata a Casale Monferrato nel 1971, vive a Rocca Grimalda con il marito. Ha scritto L’amante di città (Fratelli Frilli, 2007) e, per Piemme, La masnà (divenuto anche uno spettacolo teatrale) e Tutta questa vita. La figlia sbagliata (Frassinelli Ed. 2015) romanzo candidato al Premio Strega 2016, comincia con un decesso di cui tutti sono tenuti all’oscuro, un viaggio di quattro giorni dentro l’inferno domestico di una coppia all’apparenza normale, ma di fatto marchiata a fuoco da un trauma inconfessato. E mentre giorno dopo giorno la morte si impadronisce della scena, il confine fra normalità e follia si fa labile.

Susanna Raule

1
Susanna Raule, trentaduenne, psicologa, scrittrice, traduttrice e web consultant, dal 2005 si dedica alla sceneggiatura a fumetti per vari editori. Nel 2005 ha vinto il primo premio al Lucca Project Contest. Nel 2013 ha partecipato all’antologia sul femminicidio Nessuna più (Elliot). Con L’ombra del commissario Sensi è tra i vincitori del Torneo Letterario Io Scrittore 2010, promosso da GeMS. L’architettura segreta del mondo (Salani Editore) è il racconto di una nuova indagine per il commissario Sensi: un romanzo coinvolgente, divertente, ricco di mistero, colpi di scena. 


S

Paolo Sortino

Paolo-Sortino_foto-di-Francesca-Tilio

Paolo Sortino, romano, classe ’82. Nel 2011 esordisce col romanzo “Elisabeth” pubblicato da Einaudi nella collana Supercoralli. E’ del 2015 il romanzo “Liberal”, uscito per i tipi de ilSaggiatore. Suoi racconti sono contenuti nelle antologie “L’invisibile”, sesto numero di Granta, Rizzoli, a cura di Walter Siti, e “L’età della febbre”, a cura di Christian Raimo per Minimum Fax. E’ traduttore dall’inglese e editor freelance. Collabora con ilGiornale ed è redattore e inviato del programma televisivo “Chi l’ha visto?”, Rai3.

Davide Scovazzo

6
Davide Scovazzo, laureato al DAMS, regista e sceneggiatore, è autore e regista di vari cortometraggi in bilico tra horror e surrealismo. Tra questi: Pink Film (2003), Bla bla bla bla (2005, codiretto con Tony Sbarbaro), Pink Forever (2007), Durante la morte (2011), Tutto il bene del mondo (2012, per la trasmissione Tutto in 48 ore di RAI 5), Il bello delle donne (2013, con la pornostar Violetta Scott), Watch the World I Drown in (2013, videoclip per Alberto Stylòo), Tutto il male del mondo (2014), Rigorosamente dissanguati da vivi (2015, per il lungometraggio a episodi Sangue misto). Ha ottenuto premi e riconoscimenti in festival nazionali e internazionali.

Giacinto Sica

2
Giacinto Sica discuterà del suo ultimo romanzo intitolato “Quell’insolito mister O’Brien”, un “giallo” in tre parti di un Autore già noto al pubblico per i suoi apprezzati romanzi, ma soprattutto per essere un esperto “costituzionalista”.

Peppe Servillo

SERVILLO
Peppe Servillo è un cantante, attore, compositore e sceneggiatore italiano. Debutta nel 1980 con gli Avion Travel, di cui è da allora cantante e frontman e con cui, nel 2000, vince il Festival di Sanremo con la canzone Sentimento.Autore di canzoni interpretate da Fiorella Mannoia e Patty Pravo, è anche autore di colonne sonore, attore cinematografico e teatrale.Dal 2005 è il frontman del progetto speciale “Uomini in Frac”. Un concerto-omaggio a Domenico Modugno rivisitato in chiave Jazz. Ospite della IV edizione del Festival della Parola insieme al sassofonista Javier Girotto e al pianista Natalio Mangalavite.

Sandro Sansò

24
Sandro Sansò ha trascorso buona parte della sua vita (la migliore) a fare il cronista di nera al “Secolo XIX”, il quotidiano di Genova. Al suo attivo ha tre romanzi, Ritorno all’Eden De Ferrari, L’ultima pallottola Artemis, Lady D – Oltre il tunnel Enedixbook e un volume di racconti, Venticinque anni di cronaca nera Publipress.
Sansò vive e lavora a Rapallo.

Sara Sesti

1s7
Sara Sesti, insegnante di matematica fa parte dell’Associazione Donne e Scienza. É responsabile per il ”Centro di Diffusione della Cultura Scientifica e Tecnologica” dell’Università di Milano della rassegna di film e documentari scientifici “Vedere la Scienza- Sguardi sulle Donne di scienza”. Ha curato, per il Centro di Ricerca PRISTEM dell’Università Bocconi, la mostra ”Scienziate d’Occidente. Due secoli di storia”. Ha pubblicato con Liliana Moro il libro ”Donne di scienza. 50 biografìe dall’antichità al duemila”, PRISTEM-Bocconi, 1999 e “Scienziate nel tempo. 75 biografie”, LUD Milano, ultima edizione 2016. Collabora con la rivista di matematica ”Progetto Alice.


T

Marco Travaglio

TRAVAGLIO
Marco Travaglio è un giornalista e saggista italiano, dal 2015 direttore de il Fatto Quotidiano. Le sue principali aree di interesse sono la cronaca giudiziaria e l’attualità politica, occupandosi di questioni che spaziano dalla lotta alla mafia ai fenomeni di corruzione. Nel suo nuovo recital teatrale”Slurp”, Marco Travaglio – con l’aiuto dell’attrice Giorgia Salari, per la regìa di Valerio Binasco – racconta come i giornalisti, gli intellettuali e gli opinionisti più servili del mondo hanno beatificato, osannato, magnificato, propagandato e smarchettato la peggior classe dirigente del mondo,issando sul piedistallo politici incapaci di ogni colore, manager voraci, imprenditori falliti che hanno quasi distrutto l’Italia e stanno completando l’opera. Un recital terapeutico, un’arma di autodifesa, un antidoto satirico che ci aiuta a guarire – ridendo – dai virus del conformismo, della piaggeria, della creduloneria, dell’autolesionismo e della sindrome di Stoccolma che porta noi italiani a innamorarci immancabilmente del Nemico. Che ci rovina e ci rapina col sorriso sulle labbra, mentre noi teniamo la testa ben affondata nella sabbia. 

Daniela Tresconi

14
Daniela Tresconi, vive e lavora ad Arcola. È dipendente di un ente pubblico e iscritta all’Ordine dei Giornalisti. Collabora dal 1999 con “Il Secolo XIX” per la redazione spezzina.

Fiorenzo Toso

11
Fiorenzo Toso, insegna linguistica generale all’università di Sassari ed è specialista di dialettologia ligure; collabora con iniziative internazionali di studio sui dialetti italiani e di ricerca etimologica, tra cui il “Lessico Etimologico Italiano” realizzato in Germania. Tra le sue opere di interesse generale, “Lingue d’Europa” (Milano, Baldini Castoldi Dalai, 2005), “Linguistica di aree laterali ed estreme” (Udine, Centro Internazionale sul Plurilinguismo, 2012) e “Le minoranze linguistiche in Italia” (Bologna, Il Mulino, 2012). Allo specifico ligure ha dedicato, tra gli altri, “Storia linguistica della Liguria” (Recco, Le Mani, 1997), “Il tabarchino. Struttura, evoluzione storica, aspetti sociolinguistici” (Milano, FrancoAngeli, 2014), “Liguria linguistica” (Ventimiglia, Philobiblon, 2007), “La letteratura ligure in genovese e nei dialetti locali” (Recco, Le Mani, 2012), “Le parlate liguri della Provenza. Il dialetto figun tra storia e memoria” (Ventimiglia, Philobiblon, 2014).    


U


V

Andrea Vulpani

Andre-Vulpani
Andrea Vulpani diplomato in pianoforte col massimo dei voti al conservatorio “G. Puccini” di La Spezia, si specializza come Maestro Collaboratore, tantissime le esperienze e le collaborazioni nel mondo della musica classica, lirica e leggera. Dirige il suo “Quartetto Vulpani” dedito principalmente al repertorio lirico ed all’operetta.

Marco Vichi

4
Marco Vichi è uno scrittore italiano: autore di racconti, testi teatrali e romanzi, tra cui quelli della fortunata serie del commissario Bordelli. Vichi ha scritto anche sceneggiature per la radio (si ricordi Le Cento Lire, trasmissione di Rai Radio Tre dedicata all’arte in carcere). Ha tenuto laboratori di scrittura creativa in varie città e all’Università di Firenze.I suoi romanzi sono stati tradotti in varie lingue. Il bosco delle streghe (Guanda Editore).


Z

Luciano Zappella

Prof. Luciano ZappellaProf. Luciano Zappella, presidente del Centro Culturale Protestante di Bergamo, ideatore e curatore del sito www. bicudi.net dedicato alla didattica della Bibbia a scuola. Si occupa in particolare di analisi narrativa del testo biblico. Ha pubblicato Le catechesi battesimali di san Giovanni Crisostomo (Paoline 1998), Bibbia e storia (Claudiana 2012, Manuale di analisi narrativa biblica (Claudiana 2014), Leggere la Bibbia in 100 passi (con Piero Stefani, San Paolo 2015).

Emanuela Zuccalà

donneche
Emanuela Zuccalà è una giornalista freelance, scrittrice e regista, specializzata in diritti umani e diritti delle donne. I suoi lavori sono pubblicati, tra gli altri, da Io Donna,D di Repubblica,Donna Moderna, Avvenire, ElPaìs in Spagna eWorldcrunch in Francia. Autrice di 7 libri tradotti anche all’estero, ha vinto numerosi premi giornalistici italiani e internazionali, come il For Diversity-AgainstDiscrimination Award della Commissione Europea (2007), il Premio Giornalistico del Parlamento Europeo (2008), il Premio Enzo Baldoni della Provincia di Milano (2009) e il Press Freedom Award di Reporters Sans Frontières (2012).
Il suo film Solo per farti sapere che sono viva (2013, co-diretto con Simona Ghizzoni) è stato finalista all’Aan KorbDocumentary Festival della Bbc (Londra, 2014) e premiato al Festival del Cinema italiano di Annecy (Francia, 2014) e al Margaret Mead Film Festival del Museo Americano di Storia Naturale (New York, 2014). Il documentario Uncut(2013, co-diretto con Simona Ghizzoni) sulle mutilazioni genitali femminili ha vinto il Genova Film Festival nel 2016, e l’omonimo progetto multimediale si è aggiudicato 10 premi giornalistici in Italia e all’estero.
Gli ultimi libri che ha pubblicato sono Donne che vorresti conoscere (Infinito, 2014) e Giardino Atomico. Ritorno a Chernobyl (Infinito, 2017).

I libri