Comunicati Stampa

codateatroSipario abbassato e riflettori spenti. Si è conclusa ben oltre la mezzanotte l’ultima giornata del Festival della Parola 2017, con lo spettacolo fiume di Marco Travaglio. Due ore e 50 minuti di graffiante satira, contro la cortigianeria del mondo dell’informazione a servizio della politica. Un fiume in piena che ha travolto, divertendolo, il pubblico che ha gremito un Teatro Cantero da sold out.

Il tutto esaurito, a dire il vero, lo aveva già ampiamente superato anche Morgan nella prima serata, seguito a ruota da Francesco Pannofino e Peppe Servillo. Insomma da un primissimo bilancio a caldo del festival nel suo complesso, i numeri delle presenze sono incoraggianti, sfiorano infatti le 10 mila presenze in quattro giorni, nonostante l’handicap del cattivo tempo.

Una sfida vinta dunque anche quest’anno, merito soprattutto di un serrato gioco di squadra fra le tante anime della manifestazione, che ha visto, tra gli altri, davvero protagonisti, soprattutto come risorse professionali, i ragazzi.

In modo particolare un plauso va agli studenti dell’Istituto Caboto e del Liceo Marconi Delpino, che sono stati per 4 giorni in prima linea, nell’estenuante lavoro di servizio di accoglienza nel primo caso e di reporter in tempo reale, nel secondo caso. Grande dimostrazione di serietà e professionalità, miste a passione e simpatia.

E ora si inizia a pensare all’edizione del prossimo anno.

Alberto PezziniRomantico colpo di scena nell’ultimo giorno del Festival della Parola. Alberto Pezzini, avvocato e scrittore sanremese, uno degli autori ospiti della manifestazione, ha scelto proprio la cornice del festival, per chiedere la mano della sua compagna, Sonia.

Durante la presentazione del suo ultimo libro  (“Viaggio nel Ponente – Il confine sconosciuto”) nell’ambito di un piacevole ed affollato incontro organizzato dalla “Pasticceria Copello”, Pezzini ha letto, a sorpresa, un passo del libro, dove, come un romantico cameo, ha inserito la sua fatidica domanda: <Sonia, amore mio, stella del mio buio (…) tu che hai atteso tutto un mare, tu che amo da sempre, mi vuoi sposare?>.

In mezzo agli applausi del pubblico, Sonia ha pronunciato il suo emozionatissimo “Sì”. Il Festival della Parola è anche questo! Ai due futuri sposi gli auguri del festival.

Claudio PozzaniTutti in piedi per Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite. E’ la standing ovation dell’affollato Teatro Cantero l’ultima istantanea dalla giornata di ieri del Festival della Parola.

Il raffinato ed elegante concerto, fra jazz, tradizione e ironia del trio Servill-Girotto-Mangalavite ha conquistato il pubblico che si è lasciato trasportare fra milonghe, tanghi e le parole di Cortazar.

La giornata di oggi, finalmente salutata dal sole, sarà soprattutto la giornata di: Maggiani, Pozzani, Contri e Travaglio, quattro personaggi di spicco di quattro ambiti della parola differenti, per quanto occasionalmente anche contingenti. Ancora una volta si parlerà di fake news (con Maurizio Maggiani e Andrea Plebe) di letteratura e poesia (con Claudio Pozzani), di storia e grande politica con Fernanda Contri e a mettere il proprio sigillo sulla giornata e sulla IV edizione del Festival della Parola sarà Marco Travaglio.

Si ricorda l’invito a leggere i reportage degli studenti del Liceo Marconi Delpino sul blog del festival (www.festivaldellaparola.eu) che hanno raccontato gli appuntamenti salienti del festival. E per appassionati e collezionisti si ricorda la postazione della filatelia che anche oggi, dalle 10.30 alle 16.30, saranno presenti con tanto materiale dedicato a Tenco ma non solo, sul piazzale antistante l’auditorium San Francesco.

Per tutti gli altri appuntamenti della giornata ecco il dettaglio del programma di oggi:

GLOCAL HEROS
ore 10.30 – Società Economica
Chiavari Glocal Heroes: Io Bisagno…Il partigiano Aldo Gastaldi (Internòs Ed.); interviene l’autore Sandro Antonini

TENCO, IL GIOVANE IDEALISTA
ore 18.30 – Gran Caffé Defilla (sala interna)
Ognuno è libero (Zona Ed.); interviene l’autore Matteo Abatti

PAROLA SENZA PAROLE
ore 17 – Auditorium San Francesco
Le eroine del melodramma recital del soprano Francesca Pacini accompagnata al pianoforte da Andrea Vulpani

AUTORE DI PAROLA
Società Economica
ore 15.30 – Presentazione del Quaderno n. 35- Antologia di Autori Liguri edito dal Centro di Cultura L’Agave di Chiavari
ore 17 – Genaua Kainua Genua Janua (Oltre Edizioni) ; interviene l’autrice Piera Melli
Gran Caffé Defilla (sala interna)
ore 15.30 Il segreto di Costanza (Liberodiscrivere Ed.); interviene l’autore Francesco Brunetti
ore 16.30 La figlia sbagliata (Frassinelli Ed.); interviene l’autrice Raffaella Romagnolo
ore 17.30 L’orlo del fastidio (Liberodiscrivere Ed.); interviene l’autore Claudio Pozzani.
A seguire, anteprima del Festival Internazionale di Poesia di Genova con l’antologia “Venti di Poesia”
ore 18 – Pasticceria Copello
Viaggio nel ponente ligure. Il confine sconosciuto (Historica Ed.); interviene l’autore Alberto Pezzini, organizzato da Pasticceria Copello

LE PAROLE DELLA GRANDE POLITICA
ore 16 – Sala del Consiglio (Palazzo Bianco)
Il Municipio di Chiavari: luogo delle istituzioni visita guidata a cura di Giorgio Getto Viarengo
Sandro Pertini : uomo, partigiano, parlamentare, Presidente incontro con la Vice Presidente emerita della Corte Costituzionale Fernanda Contri. Letture a cura dell’associazione Il Minollo

PAROLE IN VERSI
ore 17 – Tensostruttura Villa Rocca
Il Gigante egosita di O.Wilde a cura del laboratorio teatrale Arteando

PAROLA/ESPERIENZA DEL DIVINO
Ore 18 – Società Economica
Le Parole chiave della tradizione cristiana; interviene il Prof. Luciano Zappella Presidente del Centro Protestante di Bergamo e saggista. A cura di Goffredo Feretto e Helena Molinari.

PAROLA DI GIORNALISTA
ore 11 – Auditorium San Francesco
Perché ci piacciono le false notizie e le altre storie; Andrea Plebe (Responsabile di XTe pagina di cultura e spettacolo de Il Secolo XIX) conversa con il giornalista e scrittore Maurizio Maggiani
ore 21.15 – Teatro Cantero
Slurp recital teatrale del giornalista Marco Travaglio

slurpA sipario abbassato sulla terza giornata del Festival della Parola, si può dire che anche ieri ha regalato al pubblico tante occasioni di divertimento, riflessione, scoperta o approfondimento sulla Parola a 360°. Dal giornalismo alla religione, dalla letteratura alla poesia, passando attraverso la musica, il cinema, il teatro e persino per la cucina favolosa ispirata da Tolkien, l’offerta del cartellone è stata variegata e intrigante. La chiosa serale, poi, si è distinta per simpatia e umanità, con lo spettacolo di Francesco Pannofino, pout-pourry di musica e parole, per raccontare la vita di un uomo e di un artista, noto per la sua voce (Pannofino è doppiatore tra i tanti di George Clooney e Denzel Washington) e per le sue interpretazioni da attore, del quale in pochissimi conoscono le origini liguri: un legame affettuoso e romantico mai spezzato, al quale l’attore ha dedicato anche una canzone “Marzoaprile” contenuta nel suo disco “Io vendo le emozioni”.

Per chi si fosse perso gli appuntamenti della giornata, si ricorda che sul sito del festival, www.festivaldellaparola.eu, alla voce BLOG, si possono trovare i reportage dei ragazzi del Liceo Marconi Delpino inviati molto speciali della manifestazione, che ogni giorno raccontano puntualmente quanto accade.

Tantissimi anche gli ospiti di oggi: la Scuola Holden con Stefano Piedimonte, gli scrittori ospiti del salotto letterario di via Veneto “Parole stampate”, Awana Gana e Mario Luzzato Fegiz all’auditorium San Francesco, testimonial della parola radiofonica e tanti altri ancora, sino ad arrivare all’ospite serale, ovvero, Peppe Servillo. E per appassionati e collezionisti si segnala la postazione dedicata alla filatelia, nel piazzale San Francesco, oggi e domani, dalle 10.30 alle 16.30, con il francobollo dedicato a Luigi Tenco, l’annullo filatelico e altre curiosità.

Come di consueto, ecco il programma della giornata conclusiva, domenica 7 maggio e uno sguardo su alcuni appuntamenti clou. Certamente molto atteso è l’intervento dello scrittore e giornalista Maurizio Maggiani che in dialogo con il giornalista Andrea Plebe (responsabile di XTE la pagina de Il Secolo XIX dedicata a cultura e spettacoli) affronterà il tema delle fake news e della cattiva informazione, alle ore 11, all’Auditorium San Francesco, in un incontro dal titolo “Perché ci piacciono le false notizie e altre storie”, sicuramente un’occasione sagace per affrontare e riflettere su un malcostume dilagante che non può restare inosservato. E se la mattinata sarà caratterizzata dal giornalismo, il cerchio si chiuderà sul mondo dell’informazione più annessi e connessi, con un altro giornalista, caustico e mordace, Marco Travaglio, che alle 21.15 al Teatro Cantero, presenterà “Slurp” uno spettacolo dedicato alla mala-informazione asservita alla mala-politica (in allegato scheda dello spettacolo).

Dall’informazione alla poesia. Domani il Festival della Parola “apre una finestra” sul Festival Internazionale di Poesia di Genova, con la partecipazione di Claudio Pozzani, che alle 17.30, al Gran Caffé Defilla presenterà il suo ultimo romanzo “L’orlo del fastidio” e regalerà alcune anticipazioni sul prossimo Festival della Poesia.

Sicuramente degna di nota, per la sezione “Le parole della grande politica” la presenza di Fernarda Contri, Vice Presidente Emerita della Corte Costituzionale, già Ministro agli Affari Sociali durante il Governo Ciampi, che interverrà su “Sandro Pertini: uomo, partigiano, parlamentare, Presidente”, alle ore 16, nella sala del Consiglio del Comune di Chiavari (Palazzo Bianco).

Naturalmente c’è molto di più, per ciò ecco di seguito il dettaglio del programma di domani:

GLOCAL HEROS
ore 10.30 – Società Economica
Chiavari Glocal Heroes: Io Bisagno…Il partigiano Aldo Gastaldi (Internòs Ed.); interviene l’autore Sandro Antonini

TENCO, IL GIOVANE IDEALISTA
ore 18.30 – Gran Caffé Defilla (sala interna)
Ognuno è libero (Zona Ed.); interviene l’autore Matteo Abatti

PAROLA SENZA PAROLE
ore 17 – Auditorium San Francesco
Le eroine del melodramma recital del soprano Francesca Pacini accompagnata al pianoforte da Andrea Vulpani

AUTORE DI PAROLA
Società Economica
ore 15.30 – Presentazione del Quaderno n. 35- Antologia di Autori Liguri edito dal Centro di Cultura L’Agave di Chiavari
ore 17 – Genaua Kainua Genua Janua (Oltre Edizioni) ; interviene l’autrice Piera Melli
Gran Caffé Defilla (sala interna)
ore 15.30 Il segreto di Costanza (Liberodiscrivere Ed.); interviene l’autore Francesco Brunetti
ore 16.30 La figlia sbagliata (Frassinelli Ed.); interviene l’autrice Raffaella Romagnolo
ore 17.30 L’orlo del fastidio (Liberodiscrivere Ed.); interviene l’autore Claudio Pozzani.
A seguire, anteprima del Festival Internazionale di Poesia di Genova con l’antologia “Venti di Poesia”
ore 18 – Pasticceria Copello
Viaggio nel ponente ligure. Il confine sconosciuto (Historica Ed.); interviene l’autore Alberto Pezzini, organizzato da Pasticceria Copello

LE PAROLE DELLA GRANDE POLITICA
ore 16 – Sala del Consiglio (Palazzo Bianco)
Il Municipio di Chiavari: luogo delle istituzioni visita guidata a cura di Giorgio Getto Viarengo
Sandro Pertini : uomo, partigiano, parlamentare, Presidente incontro con la Vice Presidente emerita della Corte Costituzionale Fernanda Contri. Letture a cura dell’associazione Il Minollo

PAROLE IN VERSI
ore 17 – Tensostruttura Villa Rocca
Il Gigante egosita di O.Wilde a cura del laboratorio teatrale Arteando

PAROLA/ESPERIENZA DEL DIVINO
Ore 18 – Società Economica
Le Parole chiave della tradizione cristiana; interviene il Prof. Luciano Zappella Presidente del Centro Protestante di Bergamo e saggista. A cura di Goffredo Feretto e Helena Molinari.

PAROLA DI GIORNALISTA
ore 11 – Auditorium San Francesco
Perché ci piacciono le false notizie e le altre storie; Andrea Plebe (Responsabile di XTe pagina di cultura e spettacolo de Il Secolo XIX) conversa con il giornalista e scrittore Maurizio Maggiani
ore 21.15 – Teatro Cantero
Slurp recital teatrale del giornalista Marco Travaglio

SERVILLOFestival bagnato, festival fortunato. Non ha sbagliato la saggezza proverbiale, perché nonostante una pioggia battente, la prima giornata del Festival della Parola è stato uno splendido avvio. Dopo il conto alla rovescia, scandito da Radio Aldebaran, a partire dalle 10.00, la filo diffusione in via Martiri della Liberazione ha iniziato a diffondere le note delle canzoni di Luigi Tenco, che si sono mescolate alle gocce di pioggia, riversandosi sui passanti e sulla temporary road, in un connubio di affascinante malinconia. Impeccabile la partecipazione delle scuole, che hanno dato sfoggio di grande preparazione e passione, dai cuccioli delle scuole materne, ai ragazzi delle superiori, si sono avvicendati in performance letterarie, teatrali e musicali di notevole spessore.

Come già nelle passate edizioni, di grande interesse si è dimostrata la sezione “Parola esperienza del divino” che ieri ha visto protagonista la tradizione vedica spiegata da Swami Nath Mishra. Scommessa vinta anche per Georges Simenon, l’altro filone conduttore insieme e a Tenco dell’edizione 2017, una platea affollata ha seguito al Teatro Cantero l’incontro con Bruno Morchio, Romolo Ansaldi e Gianni Ansaldi, un giallista, un collezionista e un fotografo, seguito dalla proiezione del film “L’innamorato della signora Maigret” con Gino Cervi, per la regia di Mario Landi.

La giornata si è conclusa all’insegna della passione, dell’ironia e dell’originalità di Marco Castoldi, in arte Morgan, che in divertente complicità dialettica con Enrico De Angelis, ha regalato al pubblico, con leggerezza e simpatia, una lezione impareggiabile sulla musica e sulla personalità di Luigi Tenco, con spunti inediti e profondi, sotto lo sguardo compiaciuto della famiglia Tenco in prima fila. Una performance generosa e autentica, nella quale Morgan non si è risparmiato, cantando, suonando e raccontando, tra il serio e il faceto, una storia umana molto più sfaccettata e intensa di quanto le cronache hanno sempre “venduto” al pubblico.
Bellissimo l’estemporaneo duetto finale di Morgan con il chitarrista Armando Corsi, già protagonista a sorpresa di un cameo-ricordo, in apertura di serata, dedicato a Roberta Alloisio, recentemente scomparsa, con la quale Corsi avrebbe dovuto presentare proprio al Festival della Parola il disco dedicato al cantautore piemontese, intitolato: “Luigi”.

La giornata di oggi prende avvio sotto i migliori auspici, anche meteorologici, con la presentazione del cortometraggio “Il mio regno” realizzato nella Casa di Detenzione di Chiavari, realizzato dagli studenti dell’Istituti Caboto, progetto davvero inedito e di grande significato sociale. Nel pomeriggio grande attesa per l’incontro in collaborazione con Il Secolo XIX, media partner del festival, dedicato alle fake news e post verità, con il direttore Massimo Righi in dialogo con gli studenti dei licei chiavaresi e genovesi. E poi ancora tanti autori, libri, laboratori da seguire passo passo, sino alla serata con Francesco Pannofino e il suo recital “IO vendo le emozioni”.

Ma ora un’occhiata alla giornata di domani, sabato 6 maggio, che sarà caratterizzata da nuovi imperdibili appuntamenti. Tra i tanti, che si possono trovare nel programma dettagliato che segue, si sottolinea il work shop a cura della Scuola Holden di Torino (si veda comunicato allegato); l’incontro dedicato alla radio, “Talkin’ Bout a (Radio) Revolution” con alcuni personaggi storici del mondo radiofonico e musicale, come Awana Gana, Mario Luzzato Fegiz, Massimo Cotto e Massimo Poggini (a partire dalle ore 16.30 all’auditorium San Francesco); l’insolito sguardo su “Carosello. Lo splendido sessantenne” con proiezioni, aneddoti, storie e mitologie dell’indimenticato programma preserale, a cura di Guia Croce.

A chiudere la terza giornata del Festival della Parola sarà la raffinatezza di Peppe Servillo

E’ una delle figure più raffinate della musica italiana, Peppe Servillo, arriva al Festival della Parola per una serata che sarà anche l’occasione per ricordare un amico, Fausto Mesolella, recentemente scomparso. Servillo si esibirà con una formazione jazz, affiancato da Javier Girotto e Natalio Mangalavite, musicisti di altissimo livello e presenterà un progetto, che vede la canzone popolare tradizionale riveduta e arrangiata in chiave jazz. Servillo sarà intervistato da Massimo Cotto, giornalista e voce radiofonica di Radio Virgin, recentemente protagonista del concerto del 1° maggio a Roma e racconterà di una carriera che lo ha visto dividersi tra l’attività di attore e quella di cantante. Un vero funambolo dell’arte.

“La parola è il nostro limite, ma al tempo stesso il predellino da cui spicchiamo i salto, in essa si racchiude la speranza di esaudire la nostra intenzione, essa stessa ci rimanda ad altro per necessità, al gesto, al suono. Ma la parola spesso resta, permane, è testimonianza, ci parla ancora, è simulacro del ricordo, emblema della finitezza umana e delle sue possibilità. Cantarla è una di queste possibilità e ci porta ancora lontano…”
Peppe Servillo.

Nel dettaglio tutto il programma di domani:

PAROLA/SCUOLA

ore 10 – Società Economica
Diamo corpo alla Parola a cura del Liceo linguistico Da Vigo di Rapallo in collaborazione con Ass.ne Shasta
ore 11 – Società Economica
Inganno con delitto workshop tenuto dal docente Stefano Piedimonte a cura della Scuola Holden di Torino
ore 15/19 – Via Martiri della Liberazione (lato Piazza Matteotti)
Attività ludica per bambini con libri usati a cura de Il Libraccio

SIMENON E IL CASO MAIGRET

ore 15/17– Teatro Cantero
Maigret e l’uomo della Lettonia con Jean Richard regia di Jean Louis Muller (1968)

PAROLE STAMPATE

ore 15/19 – Via Vittorio Veneto
Gli editori del Tigullio presentano le loro opere (Internòs Edizioni, Edizioni Gammarò, Oltre Edizioni, Editrice Zona, Tigulliana Edizioni, Panesi Edizioni, Liberodiscrivere, Grafica Piemme) Ospiti:Federica Brugnoli con Landed! Non solo appunti di viaggio; Marina Elettra Maranetto con Tempo scaduto; Giacinto Sica con Quell’insolito mister O’Brien; Fiorenzo Toso con E restan forme;Daniele Caviglia con A-o la do ma; Alessandro Guasoni con Turchin; Anselmo Roveda con Rafataggi

PAROLE IN VERSI

ore 16 – Società Economica
Camillo Sbarbaro e i tragici Greci interviene Marcello Vaglio Presidente dell’associazione
Pedale e Forchetta 1966 (organizzatrice del premio letterario Città di Chiavari)
ore 16.30 – ViaVittorio Veneto
Reading di poesie a cura del Centro di Cultura L’Agave

PAROLA/ESPERIENZA DEL DIVINO

ore 18 – Società Economica
Le Parole chiave della tradizione islamica; inteviene Aisha Valeria Lazzerini dottore di ricerca in islamistica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. A cura di Goffredo Feretto e Helena Molinari.

RADIO LIBERA PAROLA

ore 17.30 – Auditorium San Francesco
Talkin’ Bout a (Radio) Revolution intervengono il conduttore storico Awana Gana (ore 16.30 – presentazione di Musica e Parole in ordine sparso ); il conduttore Massimo Cotto (ore 17.30 – presentazione del libro I famosi impermeabili blu – Leonard Cohen – Storie, interviste e testimonianze – Vololibero Ed.); il giornalista Mario Luzzatto Fegiz (ore 18.30 – presentazione del libro Troppe zeta nel cognome: Vizi pubblici e private virtù di un critico musicale – Hoepli Ed.)
Intervista Massimo Poggini (eventi organizzati da Spettakolo.it )

AUTORE DI PAROLA

ore 10.30 e 15.30 – Libreria Il Libraccio
Gatto Killer (Ed. Sonda) – workshop con l’illustratore Andrea Musso
ore 11 – Società Economica
Le lettere di Ariete: un brand letterario; intervengono Lucilla Meneghelli e Elisabetta Biggio in dialogo con Elisa Folli
ore 16 – Gran Caffé Defilla (sala interna)
Radio Orwell Cronache del Circolo Ricreativo Legabue (Ed. De Ferrari); interviene l’autore Fabrizio Benente
ore 17 – Società Economica
Il bosco delle streghe (Guanda Ed.); interviene l’autore Marco Vichi
ore 17.30 – Bar Snaporaz
Nessun movente. Teoria del delitto perfetto (Liberodiscrivere Ed.); interviene l’autore Sandro Sansò

PAROLA SENZA PAROLE

ore 18.30 – Rupinaro
Parla il Flamenco spettacolo di musica e danza organizzato dalle attività commerciali di Rupinaro
ore 19 – Società Economica
Carosello, lo splendido sessantenne – Proiezioni, aneddoti, storie e mitologie dell’indimenticato programma preserale interviene l’esperta Guia Croce. In apertura una frizzante introduzione di Getto Viarengo
ore 21.15 – Terrazza Piazzale San Francesco
Dialogando con le stelle; osservazione con il telescopio a cura dell’Ass. Cult. Il Sestante e Ass. Astrofili Arcturus

SCRIVERE/CANTARE LA PAROLA

ore 18.30 – Porto turistico – Yacht Club
incontro con il cantautore Fabrizio Nitti e presentazione del progetto Una ragione per essere qui
ore 21.15 – Teatro Cantero
incontro con il cantante Peppe Servillo (accompagnato da Javier Girotto e Natalio Mangalavite). Intervista Massimo Cotto