2Le parole sono importanti per la comunicazione, ma da sole non bastano per trasmettere un messaggio in modo completo, per questo sono necessarie anche immagini ed espressioni, in particolare per i bambini è più semplice capire ed imparare attraverso i gesti.

Su questo si basa l’attività svolta oggi presso la tensostruttura di Villa Rocca organizzata dall’associazione Letteratura Giovanile e tenuta dalla dott.ssa Marcella Martino.

La prima lezione che la dottoressa ha cercato di impartire ai bambini delle quattro classi presenti oggi è, appunto, l’importanza della parola, in particolare il proprio nome poiché è la prima che viene pronunciata per comunicare con gli altri.

Prima di interagire con i bambini, ha spiegato loro l’importanza di “lucidare le antenne dell’ascolto” ovvero ascoltare le parole altrui. La dottoressa ha presentato la parola come una scatola vuota che necessita di essere riempita con emozioni e sentimenti: solo così diventa magica.

Per chiarire il concetto, la dott.ssa Martino ha organizzato diversi giochi basati sulla mimica con frasi e parole da far interpretare e capire ai bambini e sull’interpretazione, attraverso il ballo, della filastrocca “Le parole” di Gianni Rodari e della canzone “Volta la carta” di Fabrizio De Andrè. I bambini, anche se di classi e di età diverse, sono tutti riusciti a collegare gesti e parole divertendosi e, allo stesso tempo, imparando i concetti presentati.