tenco2Manca un mese allo scoccare della IVª edizione del Festival della Parola di Chiavari, una kermesse che anno dopo anno si sta affermando come manifestazione di riferimento nel panorama ligure e nazionale. Dal 4 al 7 maggio la “Città dei Portici” ospiterà nuovamente un ricco cartellone di eventi, fra incontri con autori, dibattiti, conferenze, laboratori, mostre, retrospettive cinematografiche e spettacoli. La quarta edizione del Festival della Parola, che si avvale, tra gli altri, anche del patrocinio della Rai, si svilupperà lungo due binari, Luigi Tenco e George Simenon, che si intrecciano sulle note di una canzone: “Un giorno dopo l’altro”.

Era il 1966 e Luigi Tenco scrisse quel brano, che divenne la sigla di apertura della seconda stagione dello sceneggiato televisivo Rai: “Le inchieste del commissario Maigret”, interpretato dall’indimenticabile Gino Cervi e ispirato all’amatissimo personaggio creato da Georges Simenon. Una scelta fortuita o un segno del destino, che torna ad unire le due figure, quasi leggendarie, del cantautore italiano e dello scrittore belga, nella rassegna chiavarese. Il Festival della Parola, infatti, tornerà a incantare il pubblico, rendendo omaggio a questi due amatissimi personaggi ma sviluppando, come nella sua migliore tradizione, anche molte altre suggestioni offerte dal poliedrico mondo della Parola, dalla poesia all’informazione, dalla spiritualità all’editoria, dalla musica alla storia.

Saranno quattro giorni di incontri, laboratori, spettacoli, conferenze con tanti ospiti e inedite sorprese, innovative e coinvolgenti, che avranno le location più disparate, dalle sale conferenza ai caffè, dalle librerie al Teatro Cantero, dai ristoranti ai palazzi istituzionali.simenon

Mentre gli ultimi dettagli del nutrito programma delle quattro giornate si stanno definendo, è già confermata la presenza dei quattro ospiti, protagonisti delle serate, che si terranno al Teatro Cantero.

Ad aprire il Festival 2017, giovedì 4 maggio, sarà Marco Castoldi, in arte Morgan, l’istrionico artista, che dialogherà con il giornalista Enrico De Angelis, fra musica e narrazione, ricordando Luigi Tenco.

Venerdì 5 maggio sarà la volta di Francesco Pannofino, notissimo volto (e voce) del grande schermo, attore, doppiatore, artista poliedrico, che presenterà: “Io vendo le emozioni”, recital di musica e parole, con il giornalista e musicologo Alfredo Saitto, sorta di intervista-racconto-concerto, firmato da Pannofino questa volta anche nell’inedita veste di cantautore.

Sabato 6 maggio riflettori puntati su Peppe Servillo raffinato e versatile, cantautore, attore, sceneggiatore e compositore (accompagnato da Javier Girotto e Natalio Mangalavite) che verrà intervistato da Massimo Cotto, giornalista e scrittore, autore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi.

Gran finale domenica 7 maggio, con Marco Travaglio, arguto ed affilato giornalista, che presenterà “Slurp” il suo nuovo recital teatrale.